Greco

Cerca un argomento

Il raddoppiamento

Il raddoppiamento in greco è un fenomeno tipico del perfetto e può presentarsi in due modi diversi a seconda di come inizia il tema del verbo (cioè per consonante oppure per vocale o dittongo):

Tema che inizia per consonante

Il raddoppiamento consiste nella ripetizione della consonante iniziale seguita da ε.

λύωλέλυκα
παιδεύωπεπαίδευκα

Se la consonante iniziale è una consonante aspirata (θ, φ, χ), il raddoppiamento utilizza la consonante sorda corrispondente:

θτ
φπ
χκ
θηρεύωτεθήρευκα
φύωπέφυκα
χρίωκέχρικα

Se la consonante iniziale è un ρ, una consonante doppia (ζ, ξ, ψ) oppure ci sono due consonanti, il raddoppiamento consiste unicamente in un ε:

ῥίπτωρριφα

Il ρ inoltre si raddoppia.

ζητέωζήτηκα
ξέωξεκα
ψεύδωψευκα
σπεύδωσπευκα

Se però le due consonanti iniziali sono una consonante occlusiva (κ, γ, χ, π, β, φ, τ, δ, θ) seguita da una liquida (λ, ρ) o da una nasale (μ, ν), viene raddoppiata solo la prima (fa eccezione il gruppo γν):

κλίνωκέκλινα
γνωρίζωγνώρικα

Tema che inizia per vocale o dittongo

Consiste in un ε e si comporta come l’aumento.

ὀφείλωφείληκα
αἰνέωνεκα

In entrambi i casi, se il verbo è unito a una preposizione, il raddoppiamento viene inserito tra la preposizione e il verbo:

ἀποβαίνωἀποβέβηκα

Il raddoppiamento attico

Il raddoppiamento attico è un particolare tipo di raddoppiamento che presentano alcuni verbi che iniziano per vocale (in genere α, ε, ο) e consiste nella ripetizione della vocale iniziale e della prima consonante seguite dal tema con la vocale iniziale allungata:

ἀκούωἀκήκοα
ἐλαύνωἐλήλακα

Nel primo caso ad esempio la vocale iniziale α e la consonante κ sono seguite dal tema con la vocale iniziale allungata (η). Nel secondo caso invece la vocale iniziale ε e la consonante λ sono seguite dal tema con la vocale iniziale allungata (η).

Differenza tra aumento e raddoppiamento

A differenza dell’aumento, il raddoppiamento non compare soltanto all’indicativo, ma in tutti i modi:

λέλυκαIndicativo
  
λελύκωCongiuntivo
  
λελύκοιμιOttativo

Il raddoppiamento nel presente

Anche se è tipico del perfetto, in alcuni verbi che iniziano per consonante il raddoppiamento compare anche al presente, anche se in questo caso è tuttavia seguito da ι, come ad esempio γίγνομαι e γιγνώσκω.